Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

Le Prigioni della mente araba

Pubblicazione:  1 gennaio 2010
Edizione:  1
Pagine:  116
Peso:  100 (gr)
Collana:  1033 L'eco
Formato:  140x210
Confezione:  Brossura
EAN:  9788821124976 9788821124976
Fuori catalogo:  9 aprile 2018
€ 18,00 € 4,50
Sconto:  75%
Risparmi: € 13,50 ogni copia
Descrizione
«Sono un "vulcano" che rifiuta i sintomi di arretratezza di tutte le società arabo-islamiche, un "vulcano" che promuove l'umanità, la civiltà e il progresso, un "vulcano" di rabbia perchè gli arabi, non perdono mai l'occasione per perdere un'occasione».
Le parole di Tarek Heggy, intellettuale liberale egiziano che vive nel proprio Paese, suonano come un monito coraggioso e inequivocabile sia per il mondo arabo che per il mondo occidentale. In un Egitto dove la deriva islamista è sempre più evidente, Heggy non si nasconde, non teme di esprimere le proprie idee. Uno dei suoi obbiettivi principali è quello di liberare il mondo arabo dal tarlo dell'ideologia del complotto - sionista, americano o, più in generale, occidentale.