Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello
MARIETTI 1820 2020

Coinvolge 9 città italiane, con un programma di 11 incontri, uno spettacolo e una mostra, l’iniziativa «Parole in viaggio», organizzata dalla Casa editrice Marietti 1820 per celebrare i due secoli di attività.

Tra le più antiche aziende del settore editoriale, Marietti è nata a Torino, dove è rimasta per oltre 120 anni. Distrutta da un bombardamento durante la seconda guerra mondiale, si è trasferita prima a Casale Monferrato, poi a Genova, a Milano e, infine, nell’attuale sede di Bologna.

Si parte il 14 febbraio 2020 da Torino con la parola Amore e si arriva ai primi di maggio a Messina con Rito. Le tappe intermedie sono a Genova (Avventura), Milano (Sguardo), Venezia (Memoria), Firenze (Costituzione), Roma (Futuro) e Napoli (Disobbedienza).

I relatori sono la filosofa del linguaggio Carola Barbero, la storica del Mediterraneo Gabriella Airaldi, lo scrittore Roberto Piumini, la storica della lingua italiana Anna-Vera Sullam Calimani, il Presidente emerito della Corte Costituzionale Paolo Grossi, il sociologo Franco Ferrarotti, il critico e saggista Goffredo Fofi e l’antropologo Bernardino Palumbo.

Il viaggio terminerà in autunno a Bologna, con una mostra che ripercorrerà tutte le tappe dell’attività della casa editrice, attraverso l’esposizione di documenti e libri, dai più antichi alle ultime novità editoriali.

Nel periodo di apertura della mostra si svolgeranno le ultime quattro lezioni del ciclo «Parole in viaggio», affidate allo storico dell’arte Renato Barilli (Arte), al pedagogista Roberto Farné (Educazione), all’italianista Alberto Bertoni (Poesia) e al semiologo Paolo Fabbri (Racconto).

vai all'itinerario
completo