Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

La Leggenda del Grande Inquisitore

Pubblicazione:  31 gennaio 1989
Edizione:  1
Pagine:  216
Peso:  242 (gr)
Collana:  1108 Le lampare
Formato:  140x210x17 (mm)
Confezione:  Brossura
Altri autori:  Curato e tradotto da Nadia Caprioglio  -  Introduzione di Vittorio Strada
EAN:  9788821113260 9788821113260
Ultima ristampa:  25 ottobre 2018
€ 16,00 € 13,60
Sconto:  15%
Risparmi: € 2,40 ogni copia
Descrizione
Pubblicata per la prima volta nel 1891, viene qui proposta una lettura originale della Leggenda del grande Inquisitore, racconto inserito da Dostoevskij nei Fratelli Karamazov. Il confronto drammatico tra la figura di Gesù e quella del grande Inquisitore testimonia il contraddittorio rapporto dello scrittore con il cristianesimo nelle sue diverse forme storiche. Sebbene della Leggenda di Dostoevskij si siano occupati molti autori, l’interpretazione di Vasilij Rozanov è particolarmente incisiva e attuale: più che a una critica letteraria siamo di fronte a un’indagine filosofica che ben si attaglia ai problemi dell’uomo contemporaneo.
Sommario
Introduzione (V. Strada).  Vasilij Rozanov: la paura del gelo (N. Caprioglio).  La Leggenda del Grande Inquisitore di F. M. Dostoevskij. Saggio di commento critico.  Capitoli I-XXII.  Annotazioni.
Note sull'autore
Vasilij Rozanov (1856-1919), scrittore russo apocalittico e tormentato, fu tra le personalità letterarie più note del suo tempo. In italiano sono stati pubblicati Foglie cadute (Adephi 1976), L’Apocalissi del nostro tempo (Adelphi 1979), Da motivi orientali (Adelphi 1988), Per eremi silenziosi (Lindau 2010).

Vittorio Strada (1929-2018), studioso di letteratura russa, ha insegnato all’Università di Venezia e diretto l’Istituto italiano di cultura a Mosca.

Nadia Caprioglio è professore di Lingua e letteratura russa all’Università di Torino.