Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

Vera

Pubblicazione:  15 ottobre 2020
Edizione:  1
Pagine:  53
Collana:  1199 i Rèfoli
Confezione:  e-book
 EPUB  - Filigrana digitale
EAN:  9788821197659 9788821197659
€ 3,99
Descrizione
Subito dopo la fine della seconda guerra mondiale, il dottor Abramo Friedmann viene inviato da Berlino a Budapest con un carico di viveri, medicinali, coperte e spazzolini da denti. Ha il compito di organizzare il soccorso della popolazione affamata. La distribuzione avviene in vecchie sale cinematografiche, palestre di scuole in rovina, teatri bombardati. "Circa un mese fa, dal palcoscenico d'un antico teatro scorsi una donna che stava venendo verso di noi. Non era sola...". Inizia così uno dei più intensi racconti di Giorgio Pressburger, che colloca al centro della storia due imponenti interrogativi: l'amore acquisito può avere priorità su quello dovuto per nascita? Perché il male si deve mescolare con l'amore e con la grazia?
Sommario
1. Prefazione. 2. Vera.
Note sull'autore
Giorgio Pressburger (1937–2017), scrittore e regista di origine ungherese, è sfuggito con la famiglia allo sterminio nazista nascondendosi nei sotterranei di una sinagoga. Dopo l’invasione sovietica del 1956 ha abbandonato in modo rocambolesco Budapest, rifugiandosi prima a Vienna e poi in Italia. Nel 1988 ha vinto il Premio Viareggio con La neve e la colpa.