Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

La Scoperta della Cina

Marco Polo e i mercanti genovesi

Pubblicazione:  21 gennaio 2021
Edizione:  1
Pagine:  28
Collana:  1199 i Rèfoli
Formato:  11x11
Confezione:  e-book
 EPUB  - Filigrana digitale
EAN:  9788821197772 9788821197772
€ 1,99
Descrizione
Pensato da un veneziano (Marco Polo) e scritto da un pisano (Rustichello) in una prigione genovese alla fine del XIII secolo, Il Milione diventa presto un vero e proprio best seller dell'epoca. Esso intende dimostrare che il mercante è come il cavaliere, anzi è il cavaliere di una nuova epoca che assiste alla rivoluzione commerciale e all'ampliarsi degli orizzonti geografici. Proprio mentre guarda a Oriente, il mercante per la prima volta si autocelebra nelle vesti di "eroe" occidentale poiché è il solo a possedere le chiavi per la conoscenza del mondo, per penetrarne e conquistarne le meraviglie. Le città-stato di Genova e Venezia controllano a quel tempo tutte le principali vie di comunicazioni marittime e sono le uniche vere, grandi potenze mondiali in grado di operare nel quadro iternazionale. La Pratica di mercatura di Francesco di Balduccio Pegolotti e il Decameron di Giovanni Boccaccio non fanno mistero del fatto che i genovesi siano i maggiori esperti di cose cinesi. Proprio nell'età di Marco Polo e per l'epoca Yuan, tutte le testimonianze concordarno nel dire che costituiscono la presenza europea più importante e significativa nell'area cinese e, tra i mercanti occidentali, coloro che sviluppano il maggior volume d'affari con la Cina.
Note sull'autore
Gabriella Airaldi, specialista di Storia mediterranea e di Storia delle relazioni internazionali, ha insegnato Storia medievale all’Università di Genova. Con Marietti 1820 ha pubblicato di recente Il ponte di Istanbul. Un progetto incompiuto di Leonardo da Vinci (2019) e Gli orizzonti aperti del medioevo. Jacopo da Varagine tra santi e mercanti, proposto anche in eBook.