Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

Trascendenza e intelligibilità

A cura di Franco Camera

Pubblicazione:  31 gennaio 1990
Edizione:  1
Pagine:  120
Peso:  96 (gr)
Collana:  1103 I melograni
Formato:  110x180x10 (mm)
Confezione:  Brossura
Altri autori:  Curato e tradotto da Franco Camera
EAN:  9788821110085 9788821110085
Ultima ristampa:  26 ottobre 2018
€ 13,50 € 11,48
Sconto:  15%
Risparmi: € 2,02 ogni copia
Descrizione
In questo breve ma denso scritto, nato occasionalmente come conferenza, si ritrovano le principali tematiche del pensiero di Emmanuel Lévinas come la centralità che egli accorda al “volto dell’altro” e all’etica. In rilievo anche i temi centrali della sua ricerca: il confronto tra “sapienza ebraica” e “saggezza greca”, il significato dell’elezione e l’importanza del dialogo interconfessionale tra ebraismo e cristianesimo. Fino a una visione della trascendenza come accessibile a tutti, ovvero non in forma di sapere intellettualistico, ma come traccia in grado di regolare concretamente le relazioni umane.
Sommario
Prefazione (E. Lévinas).  I. Trascendenza e intelligibilità. Lo spirito come sapere.  Scienza e presenza.  Essere e darsi.  Fenomenologia dell’immanenza.  La nozione di trascendenza e la fine della metafisica.  Altrimenti che secondo il sapere.  Pensiero come religione.  L’idea dell’infinito in noi.  Il logos dell’infinito.  Fare della fenomenologia.  L’intelligibilità del trascendente.  II. Conversazione con Emmanuel Lévinas (Ginevra, 2 giugno 1983).  Postfazione (F. Camera).  Bibliografia.
Note sull'autore
Emmanuel Lévinas (1905-1995), filosofo lituano naturalizzato francese, ha insegnato all’École normale israélite di Auteuil, nelle università di Poitiers e di Paris-Nanterre e infine alla Sorbona. Tra le sue opere Marietti ha pubblicato anche Dall’esistenza all’esistente (1986), Nomi propri (1990) e Fuori dal soggetto (1992).