Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

Il Dio delle donne

Prefazione di Grazia Villa

Pubblicazione:  27 novembre 2020
Edizione:  1
Pagine:  240
Collana:  1106 Agorà
Formato:  140x210x15 (mm)
Confezione:  e-book
 EPUB  - Filigrana digitale
Prefazione di:  Grazia Villa
EAN:  9788821197574 9788821197574
Descrizione
«Le donne si prendono con Dio una libertà che gli uomini neanche si sognano». Questo testo fondamentale del femminismo filosofico e teologico è un libro che scandalizza i custodi dei sacri poteri maschili per l’importanza che dà alla differenza femminile e per lo spirito di libertà che lo anima. Dal Medioevo al Novecento, da Margherita Porete a Simone Weil, da Angela da Foligno a Etty Hillesum, da Giuliana di Norwich a Cristina Campo, il Dio delle donne è stato infatti avvicinato attraverso l’esperienza diretta dell’incontro e l’accesso libero alla Scrittura Sacra, almeno finché la gerarchia ecclesiastica lo ha permesso. Forse solo le mistiche hanno saputo vibrare del rivoluzionario vento divino, inventare una teologia in lingua materna, rinunciare alle sicurezze delle dottrina perché «Dio possa capitare a questo mondo». Perché le donne sono l’umanità che sa che l’essenziale non è niente che possiamo produrre o conquistare e possedere, ma solo aspettare e ricevere.
Sommario
Prefazione Le amiche di Dio, di Grazia Villa. Premessa Non è proibito parlare di Lui. Introduzione In vacanza per sempre. 1. Non so bene che cosa chiamo Dio. 2. La fragilità degli inizi. 3. Teologia favolosa. 4. Sprigionare l’impossibile. 5. L'intelligenza dell'amore. 6. Penuria e Passaggio. 7. La mediazione vivente. 8. Bibliografia. 9. Indice dei nomi.
Note sull'autore
Luisa Muraro, filosofa, fondatrice della Libreria delle donne di Milano e della comunità filosofica femminile Diotima, è una figura di riferimento del femminismo italiano e internazionale. Ha insegnato al dipartimento di Filosofia dell’Università di Verona ed è autrice di numerose pubblicazioni. Tra i suoi testi principali: Maglia o uncinetto. Racconto linguistico-politico sulla inimicizia tra metafora e metonimia (Feltrinelli 1981), L’ordine simbolico della madre (Editori Riuniti 1991), Non è da tutti. L’indicibile fortuna di nascere donna (Carocci 2011) e L’anima del corpo. Contro l’utero in affitto (La Scuola 2016).