Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

La Città del sole

In appendice il testo di Francesco Patrizi La città felice. Introduzione di Sandra Plastina

Pubblicazione:  13 ottobre 2020
Edizione:  1
Pagine:  144
Peso:  114 (gr)
Collana:  1103 I Melograni
Formato:  110x180x12 (mm)
Confezione:  Brossura
Altri autori:  Appendice di Francesco Patrizi  -  Introduzione di Sandra Plastina
EAN:  9788821110313 9788821110313
€ 12,00 € 11,40
Sconto:  5%
Risparmi: € 0,60 ogni copia
Descrizione
Le più significative utopie scritte in Italia tra Cinque e Seicento sono La Città del Sole di Tommaso Campanella e La città felice di Francesco Patrizi.
La Città del Sole viene composta dal filosofo domenicano nel 1602 ispirandosi a Platone e a Tommaso Moro. La città è retta da un re-sacerdote e da tre magistrati (potenza, sapienza e amore); gli abitanti seguono una religione naturale, conducono un’esistenza organizzata secondo ragione, la proprietà privata è abolita e il principio fondamentale è la comunità dei beni. Mezzo secolo prima, nel  1551, il filosofo Francesco Patrizi aveva scritto La città felice, Richiamandosi alla Repubblica di Platone, ai principi religiosi e all’esempio concreto della Repubblica di Venezia, aveva disegnato il suo modello di Stato, offrendo una delle più pregevoli manifestazioni della tendenza razionalistica del Cinquecento.
Sommario
Introduzione di Sandra Plastina. 1. Nota bibliografica. 2. La Città del Sole. 3. La città felice.
Note sull'autore
Sandra Plastina insegna Storia della filosofia moderna all’Università della Calabria.