Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

Cristo come punto centrale dell'educazione religiosa

Testo originale a fronte. A cura di Alessandro Gamba

Pubblicazione:  1 gennaio 2012
Edizione:  1
Pagine:  84
Peso:  120 (gr)
Collana:  1069 Biblioteca cristiana
Formato:  140x210
Confezione:  Brossura
EAN:  9788821118043 9788821118043
€ 14,00 € 2,10
Sconto:  85%
Risparmi: € 11,90 ogni copia
Descrizione
«Ogni sana educazione include una triplice attività: un curare, un regolare, un formare». I principi di filosofia dell’educazione di J.A. Jungmann trovano una particolare applicazione in questo saggio, in cui si saldano con la sapienza teologica dell’autore, il quale recuperando istanze dell’inizio del cristianesimo pone la categoria dell’esperienza (e quindi Cristo come sperimentabilità del divino rivelato) al centro dell’attenzione. La sua concezione fortemente antihegeliana lo porta a rifiutare qualsiasi procedimento deduttivo, concentrandosi invece su quelle esigenze della ragione umana – «La fede non può fluttuare libera nell’aria; deve poggiare da qualche parte nel mondo razionale, se vuole avere consistenza» – che nessuna tecnica pedagogica può imbrigliare da un lato e che nessun sentimentalismo moralistico può sostenere dall’altro. Da qui nasce il decisivo motto metodologico jungmanniano, che rimane una sfida aperta per l’oggi: l’educazione è introduzione alla realtà totale.
Note sull'autore
Josef Andreas Jungmann (1889-1975), filosofo e teologo gesuita, fu a lungo direttore della «Zeitschrift für katholische Theologie». Insegnò all’Università di Innsbruck, diventandone prima decano poi rettore. Autore di numerosi volumi, è tra i redattori del documento conciliare Sacrosanctum Concilium.